Cosa si mangia

La nostra cucina affonda le radici nelle tradizioni della Franciacorta, con contaminazioni Padane  e si basa su tre pilastri: il pesce (del lago di Iseo e il baccalà), la carne (bolliti di pianura e carni a lunga cottura) e lo spiedo alla gussaghese con costine e coppa di maiale, ovviamente preceduto dalla classica minestra sporca.

La nostra cucina è stagionale e di territorio. Le preparazioni sono rigorosamente espresse (ad eccezione per le carni a lunga cottura).
I piatti cambiano al variare delle stagioni: in autunno/inverno troverete più brasati, bolliti e paste con condimenti saporiti mentre in primavera/estate più carni bianche, carni crude e pesce del Lago di Iseo anche cucinate sulla griglia.

Numerose le preparazioni artigianali quali: il pane, i grissini, la pasta come pure i ripieni e i ragù (agnello e anatra). Troverete tutto l'anno i "Casoncelli" - variante locale del raviolo ripieno - la pasta principe della Franciacorta e il Manzo all'olio la cui ricetta risale al 1500.

Prepariamo in casa tutti i dolci. I sorbetti contengono solo con frutta e zucchero, hanno la consistenza del gelato e si mangiano con il cucchiaino. I semifreddi e le torte variano in base al periodo.

Galleria fotografica

TORNA SU